Pasta per la Pizza

1
A parer mio non c’è soddisfazione più grande in cucina che preparare la pizza! E un’ottima pizza non si può che realizzarla preparando un’ottimo impasto… La pasta per pizza è una ricetta base semplicissima da realizzare, ma bisogna tenere a mente qualche piccolo accorgimento come ad esempio tenere sale e lievito lontani così da non compromettere la lievitazione che è il processo chiave per la buona riuscita di questa ricetta!
Difficoltà: molto bassa
Preparazione: 15′
Riposo: 2h di lievitazione*
Dosi: 1,6 kg circa
Porzioni: 5-6 pizze tonde di ∅ 30 cm oppure 4 teglie di focaccia 30×40 cm
Costo: molto basso
*nota: a seconda della stagione occorrerà più o meno tempo
Ingredienti
  • 1 kg di farina tipo 0
  • 7 g di lievito di birra secco, 25 g se fresco
  • 600 ml di acqua
  • 10 g di zucchero (2 cucchiaini)
  • 20 g di sale (1 cucchiaio)
  • 40 g di olio e.v.o. (4 cucchiai)
  • Farina q.b. per spolverizzare
Procedimento
a b c
In una ciotola grande unisci la farina setacciata; fai una conca al centro e unisci lievito e zucchero, sul bordo più esterno forma un incavo e unisci il sale (che deve stare lontano dal lievito); unisci al centro una piccola parte di acqua tiepida e inizia a impastare con un cucchiaio formando come una crema.
d e f
Incorpora l’olio e un’altra parte di acqua tiepida quindi continua a impastare incamerando altra farina; unisci la restante acqua e amalgama bene il tutto; impasta facendo dei movimenti rotatori a spirale fino a che l’impasto non si sarà attorcigliato al cucchiaio.
g h i
Continua a impastare il tutto a mano per almeno 10 minuti ripiegando e tirando la pasta su se stessa. Anche se l’impasto all’inizio risulterà un po’ appiccicoso non aggiungere assolutamente farina ma continua a impastare, con il formarsi della maglia glutinica l’impasto poi non attaccherà più.
j k l
Lavora la pasta per pizza fino ad ottenere un panetto ben liscio, elastico e morbido; spolverizza il panetto con della farina di semola, copri la ciotola con un canovaccio pulito e lascia lievitare per almeno 2 ore in un ambiente tiepido e privo di correnti d’aria, l’ideale è nel forno spento con la luce accesa… Quando avrà più che raddoppiato di volume la pasta per pizza sarà finalmente pronta per essere utilizzata!
Note
Se utilizzi il lievito di birra fresco questo andrà sbriciolato e mischiato allo zucchero.
Per dimezzare i tempi di lievitazione raddoppiare la dose di lievito e viceversa, tieni a mente però che un impasto con meno lievito è più digeribile.
Se vuoi ottenere una pizza più rustica e croccante sostituisci tra il 20-50% di farina bianca con farina di semola rimacinata, comunque a prescindere dal tipo di farina che utilizzerai ricorda di setacciarla sempre, in questo modo la farina si “area” e ciò giocherà a favore della lievitazione.
La quantità di acqua dipende sia dal livello di assorbimento del tipo di farina usato (in base alla sua composizione chimica) sia dall’umidità dell’ambiente, comunque a seconda che tu voglia ottenere un impasto più compatto o più morbido aggiungi (con parsimonia) più o meno acqua.
Proporzioni
/ ± N ml di Acqua (% sul peso della farina)
1 kg di Farina 00 ± 500 ml (50%)
1 kg di Farina 0 o Manitoba ± 600 ml (60%)
*± la quantità può variare a seconda dell’umidità presente