Natale

logo_natale
nativitàLa Tradizione
Il Natale è la festività cristiana che celebra la nascita di Gesù. Cade il 25 dicembre (il 7 gennaio nelle Chiese orientali, per lo slittamento del calendario giuliano). Il termine italiano Natale deriva dal latino Natalis che significa “natalizio, relativo alla nascita”. Nel calendario romano il termine Natalis veniva impiegato per molte festività, come il Natalis Romae (21 aprile) che commemorava la nascita dell’Urbe, e il Dies Natalis Solis Invicti la festa dedicata al nascita del Sole, anch’essa il 25 dicembre, introdotta da Aureliano nel 273 d.C. soppiantata progressivamente durante il III secolo dalla ricorrenza cristiana. Da allora in poi il natale ha cominciato a commemorare il Natale Christi. Il Natale è anche chiamato Natale di Gesù o Natività del Signore e preceduto dall’aggettivo santissimo (talvolta abbreviato in S.S.). Secondo il calendario liturgico cristiano è una solennità di livello pari all’ Epifania, Ascensione e Pentecoste ed inferiore alla Pasqua (la festività più importante in assoluto) e certamente la più popolarmente sentita, soprattutto a partire dagli ultimi due secoli.


alberoL’albero di Natale
L’albero di Natale è, con la tradizione del presepe, una delle più diffuse usanze natalizie. Si tratta in genere di un abete (o altra conifera sempreverde) addobbato con piccoli oggetti colorati, luci, festoni, dolciumi, piccoli regali impacchettati e altro.
Può essere portato in casa o tenuto all’aperto, e viene preparato qualche giorno o qualche settimana prima di Natale (spesso nel giorno dell’Immacolata concezione), e rimosso dopo le feste. Soprattutto se l’albero viene collocato in casa, è tradizione che ai suoi piedi vengano collocati i regali di Natale impacchettati, in attesa del giorno della festa in cui potranno essere aperti.
Nella tradizione Milanese l’albero di natale viene preparato a Sant’Ambrogio, patrono di Milano, il 7 dicembre. L’immagine dell’albero come simbolo della vita ha origini molto antiche e trova riscontri in diverse religioni. Fra gli ornamenti più diffusi con cui addobbare gli alberi di Natale si possono citare le caratteristiche palline (in realtà non sempre sferiche) realizzate in vetro soffiato o altri materiali luccicanti. Spesso si usano anche fiocchi colorati e nastri. File di mini luci elettriche hanno progressivamente sostituito nel Novecento l’uso di candele posizionate sui rami; sono di solito colorate o intermittenti, e tendono a ricordare luci fatate. La cima dell’albero è addobbata da un puntale talvolta a forma di stella, con riferimento alla stella cometa. [fonte: Wikipedia]


dolci_pandoroDolci
Il Natale è tanto atteso anche per i golosi dolci legati a questa ricorrenza… In tutto il mondo ne esistono così tanti che servirebbe un blog apposta per dedicare a ognuno il dovuto spazio! Principalmente, in Italia, i dolci natalizi più famosi sono il pandoro, il panettone, il panforte il torrone e il nocciolato… tipici dell’Italia settentrionale. Spostandoci verso il meridione troviamo altri dolci natalizi molto golosi: la pignolata, le nepitelle, le susumelle e i poco conosciuti ma deliziosissimi “divinamore”. Impossibile non citare altri dolci natalizi famosi in tutto il mondo: dalla Francia ad esempio la “croquembuche” (una albero di natale di bignè) il “bûche de noël” (un tronchetto dolce al cioccolato); spostandoci in nord europa non possiamo omettere i famosi “gingerbread” dei biscottini di pan di zenzero spesso a forma di omino che vengono anche usati come decorazioni natalizie!

Le ricette di Nataledolci_biscotti
Tutte le ricette natalizie pubblicate su CioccoBurro, una raccolta di ricette per un Natale davvero magico:
clicca qui per scoprirle tutte!