La crostata di Mamma

1
Per me la crostata è un dolce a cui non riesco a rinunciare. A seconda dei gusti varia, ma per me “La Crostata” dev’essere spessa, fragrante, croccante fuori ma morbidissima e un po’ umida all’interno… Proprio quella che prepara mia Mamma! Una formidabile combinazione degli ingredienti di questa ricetta, che porta a questo risultato insuperabile!
Difficoltà: media
Preparazione: 60′
Cottura: 20′
Riposo: 1h di lievitazione
Dosi: 500 g
Porzioni: 4 persone
Costo: basso
*nota:
Ingredienti
Per la pasta frolla

  • 450 g di farina 00 per dolci + 50 g per la lavorare sul piano
  • 1 cucchiaio di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 200-250 g di zucchero
  • 1 uovo + 3 tuorli
  • 125 g di burro morbido o margarina morbida
  • 1 limone non trattato

Per farcire

  • 500 g di confettura a piacere, o se proprio volete osare: tanta Nutella!
Procedimento
a b c
In una ciotola larga mischiare insieme la farina, lo zucchero, il sale e il lievito, a questo punto unire l’uovo, i tuorli, la scorzetta del limone grattugiata e la margarina spezzettata con le mani. Impastare bene tutti gli ingredienti all’inizio si formeranno delle briciole, ma continuare a lavorare il tutto finché non si otterrà una pasta frolla liscia, morbida e omogenea. Non occorre farla riposare.
d e f
Stendere i 2/3 della frolla a uno spessore di 5 mm circa e trasferire la sfoglia ottenuta in uno stampo per crostate di ∅ 28-30 cm precedentemente imburrato e infarinato, quindi con una rondella tagliare i bordi in eccesso. Versare e livellare la confettura di pesche sulla base di frolla e dopo richiudere i bordi della crostata verso l’interno. Stendere la rimanente pasta frolla e ritagliare le varie strisce che vanno incrociate a diagonale. Spolverizzare la superficie con poco zucchero semolato e poi infornare la crostata a 180° per 30 minuti, forno statico cuocendo il tutto nella parte medio bassa del forno. Quando la crostata è uniformemente dorata vorrà dire che è cotta. Una volta pronta lasciare raffreddare completamente nello stampo, successivamente è possibile sformarla su un vassoio e gustare finalmente la crostata!
Note

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *