Crema pasticcera

1
La crema pasticcera è una ricetta di base molto importante in pasticceria, serve per farcire un’infinità di dolci e della sua ricetta esistono tantissime versioni. La crema pasticcera viene utilizzata per farcire ad esempio il pan di spagna, le crostate così come anche i biscotti, ma anche millefoglie, crepes, bignè ed è anche ottima da servire come dolce al cucchiaio. Per realizzare un’ottima crema pasticcera è molto importante utilizzare ingredienti freschi e di qualità!
Difficoltà: bassa
Preparazione: 15′
Cottura: 3-5′
Dosi: 500 ml
Costo: basso
Ingredienti
  • 500 ml di latte intero
  • 4 tuorli 
  • 150 g di zucchero
  • 40 g di maizena

Per aromatizzare

  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 1/2 buccia di limone

 

2
Procedimento
a b c
Incidere la bacca di vaniglia nel senso della lunghezza e raschiare i semini con un coltellino piatto. In una pentola dal fondo spesso unire i semini e la bacca di vaniglia, la scorzetta grattugiata del limone e stemperando con una frusta versare il latte, lasciare il tutto in infusione a fuoco basso fino a far sfiorare il bollore, poi spegnere il fuoco. A parte, in una ciotola dal fondo stondato (preferibilmente in vetro) unire i quattro tuorli.
d e f
Sbattere i tuorli con lo zucchero, unendone poco per volta, montare il tutto fino ad ottenere una crema chiara e omogenea. A questo punto unire la maizena setacciata e incorporarla alla crema di tuorli e zucchero.
g h i
Stemperare con il latte unendolo a filo e girando contemporaneamente con la frusta. Versare il composto nella pentola filtrando il tutto con un colino a maglie larghe (per eliminare eventuali grumi ma non i semini della vaniglia).
j k l
Portare il tutto a fuoco medio e girare costantemente con una frusta finché la crema non diventa densa e corposa, dopodiché spegnere il fuoco e continuare a girare per un’altro minuto così da incamerare aria e alleggerire il composto. Trasferire la crema pasticcera in un contenitore basso e largo (possibilmente di vetro).
m n o
Sigillare il contenitore con un foglio di pellicola che dev’essere a contatto con la crema, in questo modo raffreddandosi la superficie non si seccherà. Se la crema pasticcera una volta fredda risultasse gelatinosa è sufficiente trasferirla in una ciotola e lavorarla con le fruste elettriche, in pochi secondi tornerà nuovamente densa e vellutata… Ecco finalmente pronta la crema pasticcera!
Note
Per semplificare al posto della bacca di vaniglia e della scorzetta di limone, incorporate ai tuorli 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (oppure 1 bustina di vanillina).
Potete omettere la scorzetta di limone, in questo caso utilizzate un intero baccello di vaniglia… Io, invece spesso aromatizzo la crema sia con la bacca di vaniglia che con le scorzette di limone e arancia… un vero spettacolo!
La maizena è l’ingrediente chiave della crema pasticcera, la rende densa e lucida e non intacca il sapore, vi sconsiglio fortemente di sostituirla con farina o fecola, mentre la prima la rende opaca intaccandone il sapore, la seconda la rende collosa e dura… Invece utilizzando la frumina o l’amido di riso il risultato è pressoché identico.
Lo zucchero può essere ridotto fino a 120 g.
Proporzioni
/ Latte Zucchero Tuorli Maizena Vanillina
Dose di 125 ml 125 ml 35 g 1 10 g 1/2 bustina
Dose di 250 ml 250 ml 75 g 2 20 g 1 bustina
Dose di 375 ml 375 ml 115 g 3 30 g 1 bustina
Dose di 500 ml 500 ml 150 g 4 40 g 1 bustina
Dose di 750 ml 750 ml 225 g 6 60 g 1 bustina
Dose di 1 l 1 l 300 g 8 80 g 2 bustine

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *