Crema da pasticceria

1
Non è la crema pasticcera dall’aspetto giallino, ma è quella crema bianca, vellutata e delicata, che siamo abituati a trovare nella maggior parte dei dolci della pasticceria, da qui il nome “crema da pasticceria”. Questa crema contiene molti meno tuorli della classica crema pasticceria ma… c’è un ma! Infatti la sua particolarità è che a fine cottura viene mantecata con il burro! Vi sembra strano vero? Beh, questo passaggio le conferirà un aspetto e un sapore unico e inconfondibile… Ottima anche come dolce al cucchiaio accompagnata con della frusta fresca e qualche scaglietta di cioccolato fondente tritato al momento!
Difficoltà: bassa
Preparazione: 5′
Cottura: 5-10′
Dosi: 1 litro
Costo: basso
*nota: più il tempo di raffreddamento
Ingredienti
  • 1 l di latte (meglio se intero)
  • 250 g di zucchero
  • 100 g di maizena
  • 50 g di tuorli (circa 2-3)
  • 50 g di burro (di ottima qualità)
  • 1 bacca di vaniglia, solo i semini interni
  • 1 limone, solo la scorza grattugiata
Procedimento
a b c
In una pentola dal fondo spesso mischiare insieme la maizena e lo zucchero. Formare una piccola conca al centro e unire i tuorli insieme ai semini della vaniglia. Con una frusta a mano iniziare a mischiare il tutto stemperando con poco latte alla volta fino ad ottenere una crema senza grumi, aggiungere la scorza grattugiata del limone e il latte rimanente.
d e f
Portare su fuoco medio e girare costantemente con la frusta, non troppo velocemente per non creare schiuma. Quando la crema si sarà addensata amalgamare il burro a fuoco spento finché non si sarà completamente sciolto e incorporato. Versare la crema in un contenitore di vetro basso e largo, coprirla con la pellicola a contatto e lasciarla raffreddare completamente prima di utilizzarla per le vostre torte e dessert da pasticceria!
Note
Se non avete a disposizione la bacca di vaniglia e il limone sostituirli con 2 bustine di vanillina.
Se la crema una volta fredda risultasse gelatinosa sarà sufficiente lavorarla con le fruste elettriche per un minuto e tornerà morbida e vellutata.
Per una variante “chantilly” unite alla crema fredda 100-200 ml (a seconda dei vostri gusti) di panna montata.
Per la versione al cioccolato, incorporare alla crema ancora calda 200-300 g (a seconda dei vostri gusti) di cioccolato tritato.