Brownies

f1
I brownies sono dei quadrotti di torta al cioccolato, spesso arricchiti con nocciole e altra frutta secca, un classico dei dolci della cucina americana. Friabili e croccanti all’esterno e umidi all’interno, i brownies sono chiamati così per via del loro colore marroncino ed è solito servirli con del gelato alla crema o della panna semi-montata, ma a mio avviso sono ottimi da gustare così come sono. Ci sono un’infinità di ricette di brownies perciò non si sa se esiste una versione ufficiale, questa è la mia ricetta!
Difficoltà: bassa
Preparazione: 15′
Cottura: 20-25′
Dosi: per 1 teglia di 22×26 cm circa
Porzioni: 24 brownies
Costo: medio
Ingredienti
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 140 g di burro
  • 2 uova
  • 160 g di zucchero
  • 100 g di farina
  • 30 g di cacao amaro
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia*
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 100 g di nocciole tostate (opzionale)

*oppure 1/2 bustina di vanillina

p13
Procedimento
p1 p2 p3
In un pentolino sciogliere il burro a fuoco dolce, spegnere il fuoco e unire il cioccolato tritato girando costantemente con un cucchiaio finché non si sarà completamente sciolto.
p4 p5 p6
In una ciotola unire la farina, il cacao, il sale e il lievito, quindi miscelare il tutto. In un altra ciotola unire le uova, lo zucchero e l’estratto di vaniglia.
p7 p8p p9
Sbattere il tutto con una frusta fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, poi unire a filo il ciocco-burro 😎 mischiando sempre con la frusta per stemperare il tutto. Incorporare le polveri setacciate ed amalgamare bene. L’impasto base dei brownies è pronto: a questo punto se preferite unite frutta secca tostata tritata, oppure uvetta o mirtilli.
p10 p11 p12
Imburrare e foderare di carta forno uno stampo di 22×26 cm circa, versare e livellare l’impasto dei brownies e cuocere in forno statico (preriscaldato) a 180° per 20 massimo 25 minuti (livello centro-inferiore). Lasciare raffreddare i brownies e poi tagliarli a quadrotti su un tagliere!
Note
Se desiderate dei brownies ancora più umidi usate lo zucchero di canna al posto di quello classico e limitate la cottura a massimo 20′.