Brioche siciliane

1
Conosciute anche come brioche col tuppo sono perfette accompagnate con del gelato o inzuppate nel latte di mandorla!
Difficoltà: media
Preparazione: 60′
Cottura: 20′
Riposo: 2h di lievitazione
Porzioni: 8
Costo: basso
Ingredienti
  • 500 g di farina 00
  • 220 g di latte + q.b. per spennellare
  • 80 g di zucchero
  • 1/2 bustina di lievito di birra disidratato (o 1/2 cubetto se è lievito di birra fresco)
  • 1 cucchiaio di miele millefiori
  • 2 uova
  • 80 g di burro morbido
  • 1 bustina di vanillina
  • 3 gocce di essenza di arancia oppure la buccia grattugiata di 1/2
Procedimento
a b c
In una ciotola unire il latte tiepido, il lievito di birra, lo zucchero e il miele quindi mischiare tutto. Unire metà della farina e incorporarla alla parte liquida servendovi di una planetaria con foglia oppure utilizzando un cucchiaio. Impastare fino ad ottenere un composto liquido e omogeneo che lascerete lievitare per 40 minuti.
d e f
Incorporare le uova, la rimanente farina, la vanillina e l’essenza di arancia. Una volta ottenuto un impasto omogeneo rimuovere la foglia e inserire il gancio e incorporare un pezzettino di burro alla volta unendo il successivo solo quando il precedente sarà stato completamente assorbito. Una volta incorporato tutto il burro lasciare lavorare l’impasto altri 10 minuti, sempre a velocità minima, affinché diventi ben liscio ed elastico.
g h i
Per staccare facilmente l’impasto dalla planetaria cospargete i bordi con pochissima farina e azionatela a velocità media, in pochi secondi si formerà una palla. Staccare l’impasto dal gancio e lasciarlo lievitare nella stessa ciotola della planetaria rivestita con della pellicola. L’impasto dovrà raddoppiare di volume, ci vorranno circa 2 ore se lo lascerete lievitare in forno spento con solo la luce accesa.
j k l
Quando l’impasto sarà pronto versarlo su un piano di lavoro spolverizzato di farina e ricavare delle palline ognuna del peso di 100 g (o se le volete più piccole fatene anche di 80 o 60 g). Per ottenere una forma sferica da un pezzo di impasto riportate le estremità sempre verso l’esterno e poi attorcigliate il punto di chiusura in modo da sigillare la base. Io ho ottenuto 10 palline del peso di 100 g, poi due di queste le ho divise ulteriormente in 8 palline più piccole del peso di 25 g (1/4 del peso della brioche più grande).
m n o
Disporre su una teglia rivestita di carta forno le palline grandi ben distanziate e forarle al centro per 4-5 volte, aiutatevi col pollice o con la base di un mestolo infarinata. Adagiare le palline piccole e spennellare le brioche con del latte. Infornare le brioche siciliane in forno statico a 170° nella parte centro inferiore finché non saranno dorate, una volta estratte dal forno ricordate di spennellarle un ultima volta con il latte… Una volta fredde consumate subito le brioche siciliane con del gelato o del latte di mandorla!
Note
Come tutti i lievitati anche questi tendono ad asciugarsi inesorabilmente il giorno dopo, per prevenire ciò ecco qualche consiglio: rendete umido il forno nebulizzando con uno spruzzino, in questo modo creerete un ambiente ricco di vapore acqueo, quindi umido, che lascerà morbide le brioche; la pasta non deve lievitare eccessivamente, appena avrà raddoppiato di volume iniziate a formare le brioche; una volta cotte conservatele immediatamente in un sacchetto di carta, tenderà a mantenerle più fragranti.